I migliori Ristoranti a Pavia

Pavia, una cucina da re

Una gastronomia che abbina gusto, sostanza e varietà e gente che sa come godersi i piaceri della tavola: Pavia ha una lunga tradizione di accoglienza e di specialità culinarie che risalgono almeno al Rinascimento. La campagna fertile del Pavese è ideale per la coltivazione di cereali come mais e riso, l'Oltrepò è noto per la coltivazione dell'uva e la produzione di vini IGT e DOC, mentre dall'allevamento di bovini e suini si ottengono prelibati ingredienti per alcuni dei piatti tipici. Chi prenota un ristorante a Pavia può poi approfittare della vicinanza con la Lomellina e l'Emilia, grazie a cui mangiare a Pavia è un'esperienza ideale per avere a disposizione una vasta scelta di salumi - come quello di Varzi - e vini corposi e schietti come Bonarda, Buttafuoco e Sangue di Giuda. Non mancano nemmeno i dolci (di cui alcuni a base di farine di cereali diversi) e alcune minestre molto ricche. Tipica è per esempio la cosiddetta zuppa alla pavese - a quanto pare già apprezzata da Francesco I nel XVI secolo - in cui un uovo viene fatto scivolare nel brodo bollente e il piatto è completato con formaggio e pane rustico.


Se si prenota un ristorante a Pavia...

Il nucleo della città fu costruito lungo il fiume Ticino a poca distanza dalla confluenza con il Po, in un'area ricca di acque sotterranee e dalla terra grassa, perfetta per la coltivazione di mais, frumento, riso e per l'allevamento. Più a sud e oltre il fiume, le colline dell'Oltrepò sono utilizzate soprattutto per i vigneti coltivati a uve Riesling, Pinot, Chardonnay, Moscato e Barbera, impiegate per la tavola e per la produzione di vini. Al ristorante quindi la carta dei vini offrirà ovunque un'ampia scelta bottiglie di rossi, bianchi, rosé, spumanti, passiti... Grazie all'abbondanza di stabilimenti d'allevamento, ad un clima in generale favorevole all'agricoltura e a una certa varietà nelle caratteristiche dei terreni, sia in città sia nei paesini dell'intera provincia si trovano specialità dolciarie, variazioni nelle ricette e cibi o piatti un po' singolari - come lo stracotto d'asino - a cui alcune zone del Pavese dedicano delle vere e proprie sagre, come quella delle rane o quella della schita (una specie di frittata o di crêpe piuttosto spessa da mangiare dolce o salata).


Altri piatti e ingredienti

La disponibilità di una notevole scelta di materie prime e il legame con la terra ancora ben saldo (specie in campagna) offrono una serie di delizie gastronomiche sparse su tutto il territorio e che naturalmente si trovano più rappresentate nel capoluogo. Quando si prenota un ristorante a Pavia si tengano presenti per esempio i cacciatorini (salamini legati in una specie di collana), e fra i dolci quelli a base di farina di mais, di mandorle o di nocciole - ingredienti in comune con la Lomellina e altre regioni della Lombardia che si trovano per esempio nelle offelle. Ci sono poi specialità locali, come i "brasadé", ciambelle dure e leggermente dolci, o vari tipi di zuppe piuttosto sostanziose, in cui le verdure si sposano molto bene con vari tipi di insaccato.





da 1 a 15
61 Ristoranti trovati in Pavia città
Trova Ristoranti nei comuni della provincia di Pavia
Ristorante Sushi Time
Sushi Time
Pavia - via rezia 16
DISPONIBILITA' IMMEDIATA
prenota »-3%
Bardelli
Pavia - Lungo Ticino Visconti, 2
prenota »
Bier Haus
Pavia - Viale San Giovannino, 9
prenota »
Capri
Pavia - Corso Camillo Benso Conte Di
prenota »
Da Giulio
Pavia - Viale Matteotti, 39
prenota »
da 1 a 15